Accoglienza

L’azienda è situata in un luogo ameno e recondito, lontano dalla viabilità principale. Una volta arrivati si gode la tranquillità di un paesaggio agreste di boschi e vigneti.

La famiglia Komjanc vi attende in azienda per accompagnarvi nei vigneti, in cantina, per raccontarvi come nasce il suo vino, frutto non solo di un legame unico con questo territorio, ma anche del rispetto per la natura e della passione per il proprio lavoro. La visita si conclude con la degustazione dei propri prodotti in abbinamento alle specialità gastronomiche locali.


Turismo del vino in Collio

L'azienda partecipa ogni anno a cantine aperte che si svolge l'ultimo week-and di maggio ed è parte attiva dell'Associazione Movimento Turismo del Vino.
Nel 2007 l'azienda ha certificato la qualità dell'accoglienza raggiungendo le cinque foglie Oro Super.
Roberto Komjanc è tra i promotori della strada del Vino e dei Sapori del Goriziano.

Le lingue parlate sono sloveno, inglese e tedesco.


Il Collio

“E allora tu lo sai cos’è il Collio ? Collio è una terra di leggenda e di lavoro, è un popolo di colline e di vigne e di uomini di frontiera che respirano gli incontri della storia, la singolarità della natura e della poesia, è una pagina della geologia aperta all’incontro tra l’uomo e la terra”
Celso Macor


Il Collio è un insieme di colline costituite da terreni arenacei marnosi eocenici che si estendono lungo una direttrice ideale Est-Ovest tra l’Isonzo e lo Judrio, comprendendo una superficie di circa 1500 ettari vitati: un lembo di terra situato all’estremo confine orientale con la Slovenia.


Quel confine tra case e grappoli

Quando, nel 1947 venne tracciato il confine tra Jugoslavia e Italia, rimasero alla Jugoslavia due terzi di quel territorio collinare vocato alla coltivazione della vite e definito in sloveno “Brda”, in italiano Collio, in tedesco “in den Ecken” e in friulano “Cuei”, le lingue parlate dalla popolazione locale fino a non molti decenni orsono. Visitando queste terre ci si rende subito conto che Collio e Brda fanno parte di un unico territorio nel cuore della Mitteleuropa e che sono stati separati da una linea di confine dovuta solo alla geografia politica e non certamente a quella fisica e culturale. La posizione, il clima e la morfologia del terreno hanno favorito fin dai tempi remoti la coltivazione della vite, presente sul Collio già in epoca pre-romana. Molti sono i documenti storici che confermano la presenza della vite e la produzione di vino “eccellentissimo”. San Floriano del Collio è uno dei sette comuni che compongono il Collio, un borgo rurale di circa mille abitanti, quasi tutti impegnati a coltivare oltre 330 ettari di vigneti ad un’altitudine che raggiunge i 276 metri s.l.m. Posto sulla sommità del colle più alto del Collio, da dove, nei giorni tersi, si gode uno spettacolare panorama mozzafiato, a 360°, dai monti innevati al mare.

Benvenuti a Giasbana di San Floriano del Collio

Usiamo i cookies per migliorare il nostro sito e l'esperienza di navigazione. I cookies indispensabili per il corretto caricamento del sito sono già stati impostati.

  Accetto i cookies per questo sito.
EU Cookie Directive Module Information